2011 tornano le assunzioni

Tra gennaio e marzo dell’anno prossimo tornerà ad assumere il 15 per cento dei datori di lavoro. E’ il primo segnale positivo dal terzo trimestre del 2008. Bene il nord ovest e il centro Italia.
L’indagine di Manpower sulle intenzioni dei direttori del personale per il primo trimestre del 2011. TABELLE: chi assume e chi no, i settori, le aree geografiche e la classifica mondiale

Piccoli segnali di risveglio per un mercato da molto, troppo, tempo in crisi. Per i primi mesi del 2011 un sesto delle imprese italiane tornerà a cercare personale.

Un po’ di più di quelle che continueranno a ridurre il personale. E’ la prima volta che accade dall’ultimo trimestre del 2008. E’ questo il principali risultato dell’indagine di Manpower sulle intenzioni occupazionali dei direttori del personale per il prim trimestre del 2011.

La “ripresina”. La propensione netta complessiva dell’occupazione, per i mesi da gennaio a marzo, sarà pari a + 2 per cento. Il 15 per cento dei datori di lavoro intendono infatti ricorrere a nuove assunzioni. Il dieci per cento in più di quanto non fossero lungo tutti i trimestri del 2010. Allo stesso tempo, il 13 per cento dichiara che continuerà a ridurre la propria forza lavoro. Saranno molte meno dei mesi scorsi, quelle che resteranno a guardare in attesa

Il nord ovest riparte. I segnali sono positivi in tre delle quattro diverse aree geografiche. Si riprendono in particolare le prospettive delle imprese del nord ovest dove il saldo è positivo e pari a + 6 per cento. Un valore che fa ritornare le prospettive a quelle del terzo trimestre del 2003. Anche al centro è sensibile il miglioramento mentre rimane negativo il segno al sud

Settori. Sono dieci le aree di attività che mostrano una dinamica occupazionale positiva. In particolare a segnare un’ottimistica, seppure ancora prudente, previsione netta sull’occupazione sono i datori di lavoro del sociale e quelli nel settore della ristorazione e dei servizi alberghieri. Le prospettive più deboli riguardano il settore delle costruzioni

Classifica globale. Su un piano internazionale l’indagine di Manpower coinvolge 39 nazioni e oltre 64 mila datori di lavoro. Per il prossimo trimestre, in 32 nazioni ci si aspetta un incremento complessivo della forza lavoro. In particolare in Europa, i datori di lavoro più ottimisti sono quelli tedeschi e svedesi (vedi tabella).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Subscribe without commenting