Bob Spammit è su Truffa in Rete

Lo Sapevamo… abbiamo riaperto una ferita nel web. Ecco un articolo che riportiamo fedelmente dal blog “Truffa In rete”

Non commentiamo, lasciamo a voi lettori il giudizio da dare a Bob Spammit.

————
FONTE: http://truffainrete.bloog.it

La nosta prima indagine riguarda un Blog: Bob Spammit.

Lo abbiamo tenuto sotto controllo per alcuni mesi, e alcune cose non ci sono piaciute, riteniamo di aver trovato risposta ad alcuni nostri dubbi.

E’ tutto vero quello che scrive il web master all’interno del proprio blog?

Quali sono i reali scopi del web master?

Reale paladino della giustizia oppure paladino di interessi dello stesso web master?

Tra qualche giorno, le risposte a questi e ad altri dubbi

Seguiteci

Lo staff
TRUFFA LA TRUFFA

—————————-

Abbiamo cercato di capire a chi appartine il blog in questione ma dalle nostre ricerca il risultato è ANONIMO

Come mai chi cerca correttezza, lealtà e CHIAREZZA, non mette a disposizione i propri dati (almeno il suo nome)?

Come mai il web master (o i web master, anche se siamo quasi sicuri che è uno solo), rimangono “stupiti” quando trovano un sito internet “anonimo” senza tener presente che il loro stesso blog non ha “un intestatario”?

Da quello che ci risulta il “paladino della giustizia” in realtà è un paladino dei propri interessi, sembra che sia molto bravo a scovare siti di aziende che offrono (generalmente) lavoro on line, ed inizia a sparare sulle stesse aziende. Ma perchè fa tutto questo?

Abbiamo potuto verificare che il 90% delle aziende delle quali parla (solo male) in realtà sono aziende serie, ed in più le stesse aziende non hanno l’opportunità di replicare all’interno dello stesso blog, questo perchè gli amministratori (l’amministratore) del blog censura o meglio, storpia quello che le stesse aziende replicano.

Una di queste aziende ci ha inviato un video dove è verificato quanto su detto (noi non pubblicheremo per questioni di privacy)

In questo video si può vedere la RISPOSTA di una di queste aziende, la quale viene pubblicata in parte, e che lasciando intendere all’ignaro lettore, quello che in realtà non è.

….. Allora perchè tutta questa falsità……

continua………….

—————————-

Dato che non ci è possibile sapere niente riguardo su (il) web master, abbiamo deciso di cercare su internet, ma con nostro enorme stupore abbiamo scoperto che il blog in questione ha truffato molti personaggi  E MOLTE AZIENDE consociute e apprezzabili su tutta la rete internet.

Potremmo mettere un’infinità di link, ma la cosa che ci ha stupito di più, è un post dello stesso web master, il quale ammette di aver fatto un bel po di soldini sfruttando il TERREMOTO DI HAITI……

Il PALADINO DEI SUOI INTERESSI guadagna grazie al pay per read (pubblicità sul proprio blog che paga ogni visita) ed il ppc (pubblicità che paga per ogni click), anche se da un po di tempo lo stesso GOOGLE ADSENSE rendendosi conto del raggiro lo ha bannato, quindi non gli permette di inserire la pubblicità a pagamento, ma da come afferma lui stesso ha trovato altri siti che lo pagano per questo.

Se notate, fino a poco tempo fa, in ogni suo post era pieno di link, questo per farvi andare da una pagina all’altra in modo tale che i suoi guadagni aumentamo

L’altra sua fonte di guadagno, e la più vigliacca, è quella di parlare male di una determinata azienda (parlare male attira persone) che ha un certo numero di visite all’interno del proprio sito, in questo modo l’azienda riduce drasticamente i propri introiti; dopo un pò di tempo, come per magia i post negativi di queste aziende spariscono e sapete perchè??

Perchè gli stessi (lo stesso) web master contatta tale aziende, chiedendo un compenso per togliere tutti quei post negativi e magari offrendo pubblicità positiva all’interno dello stesso blog.

Conclusione: Bob spammit è un blog inaffidabile, o meglio, tutto quello che viene pubblicato all’interno di questo blog (circo l’80%) è il contrario di quello che dice…..

link indagato: http://spammit.blogspot.com/

Consigli: starne alla larga

INDAGINE CONCLUSA

lo staff
TRUFFA LA TRUFFA

Per leggere tutti i commenti cliccare qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Subscribe without commenting