Mettiamo in Fuorigioco Tindaro Battaglia

Potremmo dire il Clone di Big Luca, dato che i suoi siti sono l’esatta copia (o quasi) plagiati dal Luca De Stefani.

Addirittura c’è in entrambi i casi “VUOI ESSERE RICHIAMATO ENTRO 20 SECONDI?” (o qualcosa del genere) e in aggiunta il numero Verde proprio uguale al suo “MAESTRO”

Uguale IDENTICO. (ma che caso eh ?)

Se potessimo dare un consiglio all’amico Tindaro, gli diremo di fare di testa propria e di creare cose originali. ma tante’…

Noi diciamo... Caro Battaglia…

Se dobbiamo pagare lo show, allora scusa tanto Tindaro, andiamo direttamente alla fonte, non spendiamo soldi da te, anche perché il Luca ci sembra molto più simpatico, e intrattiene il suo delirante pubblico con oggettiva maestria. (si fa per dire eh!)

A parte le battute, (che ci servivano come prefazione) ci arriva una colorita (colorita è dir poco) e-Mail dal sig. “G”, dove ci spiega che si è fatto “fregare” 4500€ (fregare lo dice lui)

Continue reading

Che Strano, a Marzo 2020 Sbarchi Zero, come mai ?

Lo 0 nella casella degli sbarchi di marzo suona come non casuale, è al contrario figlio ovviamente delle condizioni attuali in cui versa il nostro paese.

Ma mostra pure, tra le altre cose, come il flusso migratorio non sia affatto spontaneo e le sue dinamiche siano ben tenute in mano unicamente dai trafficanti di esseri umani i quali, a seconda delle condizioni, decidono dove e quando orientare la rotta dei barconi.

Fatto sta che a marzo nel nostro paese si è registrato un insolito record: in 10 giorni, nessun migrante sbarcato. La cifra relativa al numero di approdi irregolari lungo le coste italiane in questa prima decade di marzo, è per l’appunto lo 0.

Continue reading

Mettiamo in Fuorigioco Mattia Sartori (Aringa dell’emilia)

Ci giunge in redazione (tramite modulo) decine di messaggi indignati di brutto dove ci “pregano” di fare un articolo sull’aringa “MATTIA SARTORI”.

Oltre ai messaggi, è un pò di tempo che siamo tempestati di e-mail su mattia sartori e le sardine, con altrettante notizie sull’acciuga, ma che non possiamo pubblicare per privacy. sorry ragazzi!

Però, ecco un sunto di ciò che possiamo scrivere dell’aringhina Mattia Santori.

Laura ci dice che (testuali parole) Mattia Santori non è un cattivo ragazzo, è solo Scemo, perché non solo si è messo a fare il ridicolo dell’Italia intera, ma oramai va malissimo con tutto (tutto cosa?) e pensa di lasciare per darsi alla politica.

Laura dice che lo conosce, e ci racconta anedoti divertendi sull’acciuga a conferma che non batte del tutto pari. ( ma non possiamo pubblicarlo – scusaci )

Continue reading

Mattia Santori ha le Sardine in Testa

…Non proprio nella testa, ma nel cervello di sicuro.

Fa lo stupidello in giro farneticando cose di una banalità eccelsa.

Non si sa contro chi protestano, perché al governo ci sono loro “le sardine PD 5S” e allora con chi ce l’hanno?

Una ideologia vecchia di 100 anni, cose che oramai sono morte e sepolte e che non esistono più.

Vogliamo ricordare al “teologo senza laurea” Mattia Santori, che il fascismo non c’è più, non c’è il pericolo di deportazioni, anzi, le deportazioni ce le portano in casa.

Il povero ragazzetto che di aspetto visuale e facciale sembra proprio una sardina, viene raggirato dai volponi del PD,  che gli fanno diree fare tutto quello che il PD gli indica.
(vedi e-mail da: PD alle sardine – mattina santori)

Continue reading

Le Sardine sono FascioComunisti

“Nati vecchi, tromboni infarciti di retorica dozzinale”.

Alessando Sallusti giudica senza indulgenza alcuna le sardine e il loro pseudo-manifesto programmatico, in cui spiccano frasi come “Grazie ai nostri padri e ai nostri nonni avete (voi di destra, ndr) il diritto di parola,
ma non avete il diritto di avere qualcuno che vi stia ad ascoltare”. Sentenza di Sallusti, nel suo editoriale sul Giornale: “Fasciocomunistelli“. “

Sarebbe semplice ricordare che non i loro padri e i loro nonni, immagino partigiani, ma le truppe alleate di grandi democrazie hanno restituito agli italiani il diritto di parola e pure quello di ascolto e che se fosse stato per il Pci del ’45 (partito dei loro nonni) non avremmo avuto né uno né l’altro com’è successo ai cittadini dei paesi finiti sotto l’influenza dell’Unione Sovietica”.

Continue reading

Nicola Zingaretti si è rotto le P….

Basta con i 5 Stelle (avrebbe detto a microfoni spenti ) ma oramai il rapport 5S e PD è già alla frutta e si respira aria di elezioni.

Il Pd si prepara. Lo scrive il Giornale in edicola.

Michele Meta, il capo della segreteria politica di Nicola Zingaretti, ha preso il posto di comando: da giorni incontra dirigenti e segretari regionali per avere un quadro chiaro in caso di urne anticipate.

Meta raccoglie spunti e richieste di parlamentari (ex), consiglieri regionali e amministratori locali.

Iniziando a mettere punto una bozza delle liste dem nelle Regioni. Incastrando nomi e correnti.

Continue reading