Vittorio Sgarbi: “Il Coronavirus è un’invenzione del governo”

Il Coronavirus non è così pericoloso come sembra, secondo Vittorio Sgarbi. Il critico d’arte accusa il Governo di allarmismi inutili.

Vittorio Sgarbi prosegue la sua campagna contro la paura del Coronavirus, criticando accoratamente le scelte del Governo Conte. A seguito dell’ultima decisione presa, ovvero di dichiarare tutto il territorio italiano come zona rossa e rendere più severe le restrizioni, il critico d’arte ha voluto esprimere il suo disappunto.

Vittorio Sgarbi sul Coronavirus

Pubblicando un video da otto minuti su Facebook, Vittorio Sgarbi ha spiegato la sua teoria sulla questione Coronavirus: l’emergenza non esiste.

Ebbene sì, secondo lui sarebbe solo una grossa esagerazione del Governo: “Ribellatevi, mandateli a quel paese! Se i ministri dicono che c’è il virus non credeteci, sono un gruppo d’incapaci totali”.

In particolare, Sgarbi attacca Roberto Burioni e Lorenzo Pregliasco dicendo di non credere alle loro parole. Per Sergio Mattarella e Giuseppe Conte, invece, ha parole decisamente meno eleganti: “Si è unito un consiglio di ministri formato da cog**oni.

Se lì mettono uno vicino all’altro non capiscono nulla, ma intanto decidono per noi”.
Sgarbi: “Fatevi una gita a Codogno”

Il consiglio del critico d’arte per sopravvivere a questo assurdo isolamento? Guardare film a luci rosse, soprattutto perché sono più veritieri di quanto viene mandato in onda sulla televisione nazionale.

Una stoccata decisa quella di Vittorio Sgarbi, che con queste parole a conclusione del video su Facebook lascia nuovamente intendere la sua opinione nei confronti della questione Coronavirus.

In realtà, c’è di più: ha infine invitato tutti i cittadini rinchiusi in casa a farsi una gita in quel di Codogno, la prima cittadina nel lodigiano ad essere stata dichiarata zona rossa, per via del numero di casi di Coronavirus.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Subscribe without commenting